Il Decalogo della Comunicazione nel cambiamento

La comunicazione post Covid-19

La Comunicazione, dopo avvenimenti tanto dolorosi e travolgenti, ha il dovere di suggerire linee guida capaci di ispirare una visione del futuro che sappia portarci ad una sorta di nuovo “rinascimento”. Su questo ci siamo interrogati e per questo vogliamo condividere una serie di spunti e di stimoli, idee e visioni da cui partire per raccogliere le nuove sfide che ci attendono. Dal Forum della Comunicazione 2020 nasce “Il Decalogo della Comunicazione nel cambiamento”…

1. Comunicare. Sempre. La comunicazione va portata avanti sempre ed è una voce di budget da non tagliare, soprattutto quando ci sono criticità come una pandemia.
2. Narrare per creare un nuovo senso di appartenenza. Oggi più che mai, la comunicazione deve creare un ecosistema di contenuti per creare una connessione con i consumatori, in cui possano realmente identificarsi.
3. Online? Offline? Non esistono più i confini. Non ha più senso parlare di comunicazione on e offline, di analogico e di digitale. Le barriere tra questi due mondi non esistono più e la nostra audience richiede un nuovo modo di comunicare.
4. Non ‘intellettualizzare’ la comunicazione: pulizia, chiarezza, completezza, trasparenza, responsabilità e correttezza.
5. Dobbiamo imparare ad esercitare di più l’ascolto attivo.
6. Fiducia e reputazione sono conquiste che proteggono in caso di crisi.
7. Non basta ‘saper fare bene’, bisogna anche ‘far sapere bene’: è necessario comunicare le competenze e le professionalità con competenza e professionalità.
8. È tempo di pretendere più verità e autenticità della comunicazione.
9. La comunicazione non sostituisce il contenuto ma lo valorizza.
10. Autenticità e visione: puntare a una comunicazione di tipo ‘carismatico’, che abbia – cioè – un orizzonte, anche lontano, ma nitido

#soloicreativisisalveranno

Condividi..
Studio&Tono • Marketing • Comunicazione • Design by Studio&tono